Come mantenere l’ufficio pulito e sicuro
Idee per l’ufficio

Come mantenere l’ufficio pulito e sicuro

Tenere l’ufficio pulito dovrebbe essere un compito diffuso e scontato, ma spesso tra i mille impegni della vita lavorativa diventa difficile dedicare anche solo un minuto a questa importantissima attività. È infatti una responsabilità di ogni singolo impiegato mantenere il proprio spazio di lavoro ordinato e sicuro.

Diversi studi hanno dimostrato che i germi e i batteri si nascondono ovunque negli uffici, per questo è fondamentale adottare delle norme di igiene e soprattutto delle buone abitudini in azienda. I vantaggi non sono solo un ambiente più salubre e ordinato, ma anche una maggiore concentrazione sul lavoro, meno assenze per malattia e più sicurezza.

Consigli pratici per un ambiente di lavoro pulito, salutare ed efficiente

1 – Pulire dispositivi elettronici, scrivanie e oggetti

Negli spazi di lavoro sono tanti i dispositivi elettronici e gli oggetti con cui veniamo in contatto quotidianamente e che possono diventare ricettacolo di germi e batteri. Per mantenere una corretta igiene del proprio ufficio è importante pulirli regolarmente. Ecco alcuni consigli in base al tipo di oggetto.

Tastiere e tastierini dei telefoni

Le tastiere dei computer ospitano vere e proprie colonie di batteri. Non ci sono solo i germi delle mani o la polvere, infatti spesso gli impiegati mangiano in ufficio e le briciole o parti di cibo finiscono tra i tasti, aggravando la situazione. Anche le tastiere e gli schermi touch dei nostri smartphone non sono esenti dal problema, perché li prendiamo in mano molto più di quanto si possa immaginare. I detergenti spray sono un ottimo modo per liberarsi di polvere e rimanenze di cibo. In alternativa, i cotton fioc possono raggiungere ogni spazio tra i tasti e liberare dalla polvere ogni angolo e fessura.

Monitor, schermi e display

Quando non vengono puliti regolarmente, gli schermi dell’ufficio accumulano una quantità incredibile di polvere. Mantenete gli schermi puliti e senza impronte spolverandoli da spenti e pulendoli con una buona salvietta antibatterica o un panno in microfibra e un lucido rimuovi polvere. Se non avete a disposizione dei prodotti specifici, potete spruzzare un soffice fazzoletto di carta con acqua calda per togliere le ditate e altre macchie.

Scrivanie e tavoli

Scrivanie e tavoli sono luoghi di proliferazione per i germi e sono spesso condivisi da più persone. Inoltre, sulla nostra scrivania spesso trovano posto tazze, cibo e pile di fogli, anche chiavi e fazzoletti. Per questo è importante non solo mettere in ordine il piano di lavoro, ma anche pulirlo a fondo, spolverarlo e disinfettarlo per impedire ai batteri di diffondersi.

Abituatevi a spolverare la vostra scrivania con salviette antibatteriche alla fine di ogni giornata. Questo non solo tiene sotto controllo i germi presenti, ma psicologicamente vi aiuterà a terminare il giorno lavorativo e vi permetterà di iniziare una nuova giornata il mattino seguente con una scrivania organizzata e pulita.

Microonde

Quando condividete una cucina con dei colleghi, ci sono possibilità che non tutti abbiano i vostri stessi standard d’igiene. Se si può rimediare facilmente allo sporco nel microonde con qualche fazzoletto di carta, eliminare l’odore può risultare un po’ più complicato.

Utilizzate una piccola fiala di olii essenziali al limone o all’arancia ed aggiungetene qualche goccia in una bottiglia spray d’acqua. Spruzzate abbondantemente l’interno del microonde con l’olio profumato e mettete una spugna bagnata al centro prima di accendere il forno per due minuti. Quando la spugna si è raffreddata, usatela per pulire la sporcizia e godetevi la fresca fragranza che il microonde ora emana.

Cestini

Di solito a svuotare i cestini ci pensano gli addetti alle pulizie, ma questi possono comunque presentare un odore stagnante. Considerate quindi l’idea di dare loro una bella pulita ogni tanto e rimuovete i cattivi odori portando il cestino fuori dall’ufficio un paio di volte a settimana, spruzzandoci del detergente (anche il detersivo per piatti va bene) e pulendolo con una spugna. Successivamente risciacquate con acqua.

Lavagne bianche

I pennarelli potrebbero lasciare segni indelebili sulla lavagna bianca presente nella sala conferenze del vostro ufficio. Un bel problema se dovete fare una presentazione su quella lavagna e non riuscite proprio a cancellarlo. Fortunatamente c’è un modo per liberarsene: procuratevi un buon detergente e usate salviette assorbenti per rimuovere macchie; in alternativa, coprite il segno del pennarello indelebile con uno cancellabile e pulite con uno straccio.

2 – Lavarsi le mani spesso

Alcune ricerche hanno scoperto che il vero colpevole della diffusione di germi e virus nei luoghi di lavoro non sono i colpi di tosse e gli starnuti, ma il contatto con le superfici. Per ridurre il rischio d’infezione, quindi, tenete sempre delle salviettine o del gel disinfettante per mani in ufficio da utilizzare quando arrivate al lavoro, dopo i pasti e prima di andare a casa. Assicuratevi anche di asciugarle, siccome i germi si attaccano più facilmente alle mani bagnate che a quelle asciutte.

3 – Tenere in ordine per la sicurezza sul lavoro

Immaginate che un paio di forbici sia nascosto da una pila di fogli e che qualcuno provi a sollevarla: quella persona potrebbe tagliarsi o ferirsi. L’INAIL ha stimato che nel 2012 si sono verificate più di 1707 assenze superiori ai quattro giorni a causa di un infortunio sul lavoro. Se volete ridurre questo rischio, non esitate a dedicare una maggiore attenzione all’organizzazione e all’ordine in ufficio. Usate raccoglitori e accessori per l’archiviazione per mantenere la vostra cancelleria e qualsiasi altro materiale in ordine e al sicuro.

4 – Asciugare le perdite immediatamente

È bene avere sempre una scorta pronta di carta assorbente per asciugare ogni possibile perdita di acqua e liquidi sul pavimento. Infatti, anche le piccole perdite possono causare scivolamenti ed infortuni. Ma non solo, perdite più importanti o costanti nel tempo possono creare zone ammuffite che causano allergie e infezioni: fate presente il problema al vostro superiore affinché venga risolto.

5 – Dire ai colleghi ammalati di restare a casa

Secondo diversi studi e ricerche, una sola persona ammalata al lavoro può infettare più di metà delle superfici di un ufficio. Queste includono telefoni, scrivanie, fotocopiatrici, maniglie, tasti degli ascensori e accessori da cucina. Se voi siete ammalati, non andate assolutamente a lavorare fino a completa guarigione, mentre se sono dei vostri dipendenti o colleghi ad esserlo, insistete affinché rimangano a casa. Se altri impiegati si ammalano, infatti, il costo della mancata produttività per l’azienda potrebbe essere molto maggiore.

6 – Mantenere le vie d’accesso libere

Scatole e cavi elettrici che ostruiscono i passaggi e le uscite possono provocate cadute ed infortuni. Pensate solo a tutte le volte che siete tornati alla vostra scrivania leggendo quello che avevate stampato invece di guardare dove mettevate i piedi: cadere è veramente un attimo e le conseguenze possono essere serie, come contusioni e addirittura fratture. La soluzione in questo caso è rappresentata dai sistemi di archiviazione e di organizzazione dei cavi, che possono ridurre il rischio di incidenti e – di conseguenza – le assenze provocate da infortunio.

7 – Curare anche le più piccole ferite

Anche i più piccoli tagli e graffi si possono infettare, quindi non ignorate nemmeno quelli di lieve entità e prendetevene cura per evitare problemi potenzialmente seri e perderne in produttività. Assicuratevi che tutti sappiano dove si trova la cassetta di primo soccorso, che dovrebbe essere efficacemente segnalata. Inoltre, ricordate che le medicine possono scadere, quindi fate in modo che qualcuno controlli regolarmente che i medicinali siano utilizzabili.

8 – Rispettare le intolleranze dei colleghi

Di solito non pensiamo che il nostro profumo, uno snack alle arachidi o addirittura le piantine sulla nostra scrivania possano creare problemi a qualcuno, ma ricordatevi che i vostri colleghi potrebbero soffrire di allergie anche gravi a questi prodotti. Rispettate sempre e tenete in considerazione le allergie e intolleranze dei vostri colleghi, non solo per evitargli delle pericolose reazioni, ma anche per creare un ambiente di lavoro più armonioso.