Strumenti ergonomici per la scrittura
Know-how e consigli

Strumenti ergonomici per la scrittura

Trascorrere otto ore al giorno alla scrivania non fa proprio bene al corpo, perché una cattiva postura può causare mal di schiena, affaticamento degli occhi e dolori a polsi e mani. Con i giusti accorgimenti e l’introduzione di un ufficio ergonomico un lavoro alla scrivania non rappresenta necessariamente una minaccia per la salute.

Quali ausili ergonomici per la scrittura?

Anche prendendo le dovute precauzioni, polsi e mani sono zone del corpo che spesso vengono dimenticate. Digitare per ore alla tastiera o prendere appunti senza un supporto corretto potrebbe infatti condurre a problemi più seri come la sindrome del tunnel carpale o la sindrome dello sforzo ripetuto.

Ecco perché abbiamo deciso di darvi qualche consiglio su come ridurre quegli acciacchi che compaiono quando si trascorre molto tempo seduti a una scrivania.

Come alleviare il dolore ai polsi quando si digita

Un dolore al polso può risultare problematico quando si è al lavoro, dal momento che una tensione continua di questa parte del corpo rende scomoda la scrittura a mano o con la tastiera. Tuttavia, potete apportare alcuni cambi alla posizione di braccia e mani per ridurre il fastidio.

Mentre digitate, dovreste sempre provare a mantenere i vostri polsi allineati con gli avambracci, senza piegarli. Se non volete danneggiare i polsi, cercate anche di non appoggiarvi alla tastiera. Per contribuire ad evitare dolori alle dita, provate a non premere sui tasti con una forza eccessiva.

Un poggiapolsi può dare sollievo mentre si lavora: posizionatelo semplicemente di fronte alla vostra tastiera. Una tastiera ergonomica favorisce il posizionamento naturale dei polsi e, di conseguenza, una scrittura comoda. Potreste anche servirvi di una scrivania inclinata, o un supporto per laptop o computer per mantenere le spalle e i gomiti in una posizione corretta.

Come mantenere una corretta impugnatura della penna

Se scrivete troppo a mano, potreste incorrere nel crampo dello scrittore per numerose ragioni, quali una postura errata o un’impugnatura scorretta della penna. Anche stringere troppo la penna può causare dolore al polso o alle dita, quindi assicuratevi di ripassare le regole sull’impugnatura corretta della penna.

Scegliete sempre la biro più comoda per voi e che vi faccia scrivere senza intoppi. Non stringetela troppo e mentre scrivete lasciate libertà di movimento anche al braccio, non solo alle dita. In una posizione corretta per scrivere, la mano dev’essere retta e il foglio di fronte a voi a una distanza adeguata per non sforzarvi o far pressione in alcun modo.

Assicuratevi che la scrivania sia ottimizzata ergonomicamente, indipendentemente dal fatto che stiate lavorando ad una standing desk o seduti ad una tradizionale. Una penna ergonomica può dare un po’ di sollievo quando si scrive a mano: sta solo a voi scegliere il modello che più si adatta alle vostre esigenze, una penna ergonomica Stabilo o una penna ergonomica cancellabile.

Quali esercizi di stretching si possono fare per diminuire il dolore a dita e polsi?

Se siete soliti scrivere a lungo e senza pause, dedicate un po’ di tempo a fare degli esercizi per una corretta impugnatura della penna e un po’ di stretching. Scuotete le mani e ruotate i polsi per favorire la circolazione del sangue ed evitare crampi.

Infine, è fondamentale assicurarsi di fare esercizi di stretching anche con il resto del proprio corpo, per evitare dolori fastidiosi ed impedire che disturbi di entità minore si convertano in un problema serio.