A cosa serve potenziare i propri punti di forza nel 2016
Know-how e consigli

A cosa serve potenziare i propri punti di forza nel 2016

A cosa serve potenziare i propri punti di forza nel 2016

L’autovalutazione può risultare un mezzo di fondamentale importanza per definire i propri punti di forza sul posto di lavoro. Questo articolo è una guida che Aimee Bateman, fondatrice di Careercake.com, ha formulato sul tema e su quali abilità concentrarsi per avere successo.

Le valutazioni che riceviamo regolarmente in ogni aspetto della nostra vita si rivelano molto preziose per la nostra crescita personale e la nostra carriera, fornendoci utili consigli sugli aspetti da migliorare e incoraggiamenti per quelli in cui abbiamo successo.

Senza queste valutazioni da parte di superiori e altri capi di dipartimento, non saremmo in grado di conoscere i nostri punti di forza e debolezza, in aggiunta può anche risultare utile un esercizio di autoanalisi per aiutarci ad identificare il nostro atteggiamento e le nostre competenze fondamentali. Ecco da dove iniziare:

Scrivete una vostra qualità a cui dareste un 10, un 9 e un 5.

La buone qualità che possedete nella vita privata possono essere trasportate al mondo lavorativo. Per esempio, essere un buon ascoltatore potrebbe tradursi in essere un buon comunicatore o scrittore. Annotate le vostre capacità su un block notes, ricordandovi di non essere troppo duri con voi stessi in particolare quando raggiungete il voto 5.

Una volta completata la lista, non dovrete lavorare troppo per migliorare il vostro voto peggiore e trasformare il 9 in 10. Alcuni preferiscono lavorare sui propri punti deboli, ma siccome il tempo e le energie sono limitate, perché non dedicarsi ai vostri lati positivi?

Voto 10

Date un 10 a ciò che vi rende indispensabili in ufficio e su cui dovrete solo lavorare occasionalmente per dargli una rinfrescata.

Voto 5

Date il voto più basso alle capacità che vi risulta più complesso acquisire e decidete quella che necessita di maggior lavoro. Cercate di non peggiorare ulteriormente in questa, ma dedicate il vostro tempo a un’altra disciplina in cui vi sentite più sicuri.

Voto 9

Ecco il punto in cui avete la maggior probabilità di avere successo. Dedicate il vostro tempo a trasformare in 10 questo voto che rappresenta una vostra abilità già consolidata e risplenderete sul luogo di lavoro. Per esempio, se avete già buone capacità organizzative, occupatevi della pianificazione dei mesi a venire su un calendario, in modo che tutte le scadenze e gli impegni vengano rispettati puntualmente. In alternativa, affidatevi alla tecnologia, attraverso l’uso di un tablet o un notebook.

Se riuscirete nell’impresa di ottenere il voto massimo, vi rimarrà di conseguenza un po’ di tempo da dedicare anche a quello minimo.

Trovare i vostri punti di forza

La guida all’autovalutazione proposta dal quotidiano britannico a diffusione nazionale “The Guardian” risulta molto utile per chiunque voglia cambiare lavoro, offrendo consigli sul ruolo più adatto alle vostre abilità.

Sempre dal Regno Unito, l’Università dell’Exeter offre consigli sull’autovalutazione, attraverso un questionario che aiuta a scoprire i vostri punti di forza, passando dalla vostra attitudine sul luogo di lavoro.

Concentrare i vostri sforzi su ciò che vi risulta più facile vi farà raggiungere grandi traguardi e vi renderà un elemento indispensabile per la vostra azienda.