Perché è importante scrivere a mano?
Know-how e consigli

Perché è importante scrivere a mano?

Per anni un semplice taccuino è bastato per essere organizzati al lavoro, ma con i recenti progressi tecnologici sempre più persone preferiscono prendere appunti su laptop e computer. Anche se memorizzare gli impegni sul computer sembra un metodo più efficiente, siamo sicuri che aiuti ad essere più organizzati?

Virginia Berninger, professoressa di psicologia dell’Università di Washington, spiega che scrivere a mano mette in moto le stesse regioni del cervello coinvolte nel pensiero, memoria e linguaggio, e dimostra che il cervello dei bambini che prediligono questo metodo è più attivo rispetto a chi scrive su una tastiera.

Secondo lo psicologo francese Stanislas Dehahene, il circuito neurale che viene messo in moto quando scriviamo ci fa assimilare il gesto per tracciare un segno determinato, facilitando allo stesso tempo i nostri percorsi d’apprendimento. Inoltre, combinando le nostre abilità motorie con la sensazione fisica di toccare carta e penna, i nostri cervelli ricevono un feedback nettamente migliore rispetto a quello di scrivere con la tastiera.

Ecco le ragioni per cui potrebbe essere più vantaggioso utilizzare un diario cartaceo rispetto ad uno digitale:

È personale

Appuntando i vostri pensieri e impegni, potete dare vita ad un sistema di annotazioni a mano unico e personalizzato.

Scrivere a mano permette anche di assimilare buone abitudini, come quella di appuntare una lista delle cose da fare all’inizio della giornata. Se scrivete a mano e avete molti progetti da realizzare sul lavoro, potreste anche creare un bullet journal per incentivare la vostra produttività. Ancora una volta, questo metodo è personalizzabile e vi aiuterà a tenere sotto controllo gli impegni di casa e ufficio.

È privato

Un diario è assolutamente privato: contiene informazioni completamente personali ed è uno degli strumenti indispensabili delle persone di successo. A tal proposito possiamo confermare la regola non scritta che è da maleducati sbirciare nel diario altrui.

I diari elettronici, al contrario, vengono di solito condivisi: mentre ciò risulta positivo quando si organizzano riunioni, possono allo stesso tempo dare una sensazione d’indiscrezione.

Non si possono perdere informazioni importanti

Ci siamo passati tutti: abbiamo fatto affidamento sulla tecnologia, finendo con lo scoprire che i nostri appuntamenti di lavoro più importanti sono stati misteriosamente eliminati. Con un diario cartaceo o un quaderno spiralato potete appuntare tutto senza temere di perdere nessuna informazione. A questo proposito, si potrebbe dire che carta e penna sono più affidabili del loro corrispettivo digitale.

Aiuta a trovare nuove idee

Annotarsi idee nell’istante in cui pervengono, è un ottimo modo per pianificare ed elaborare strategie. Oltre a ciò, l’utilizzo di un taccuino e una penna permettono anche di fare scarabocchi. Secondo una ricerca dell’Università di Plymouth, questo esercizio contribuisce a riportare alla luce i ricordi nonostante possa dare un senso di disordine ai vostri appunti.

Potreste anche scoprire che la vostra creatività può scatenarsi sulla carta attraverso liste e schizzi, a tal punto da indurre il vostro subconscio ad avere delle idee innovative da mettere in pratica.

È un piacere visivo

Chi ha un diario potrà testimoniare il forte entusiasmo di iniziare un quaderno nuovo, con le sue pagine vuote e immacolate, pronte per essere riempite con date, idee e appunti importanti. Oltre a tutti quei pensieri e sentimenti che rimarranno annotati su di esso per ricordarvi un preciso stato d’animo legati ad un momento particolare del passato.

La scelta di un diario cartaceo o digitale dipende tutto dalle vostre preferenze, e sia che scegliate di pianificare le vostre settimane su carta o nel cloud, entrambi i metodi presentano vantaggi a seconda delle proprie abitudini ed esigenze.