La lista delle cose da fare che vi cambierà la vita
Know-how e consigli

La lista delle cose da fare che vi cambierà la vita

Le ferie estive stanno per finire e tornare al lavoro sembra un compito davvero arduo, soprattutto per coloro che si troveranno di fronte una casella di posta elettronica intasata, dipendenti e colleghi con un numero infinito di domande e una serie di riunioni interminabili. Non sempre, però, organizzare il lavoro al rientro delle ferie e dare priorità alle attività da svolgere devono essere dei compiti così faticosi. Soprattutto se decidete di affidarvi ai nostri consigli su come creare una lista delle cose da fare che vi cambierà la vita:

Scrivere una lista il giorno precedente

Una tattica semplice ed efficace per arrivare sul posto di lavoro ben organizzati e poter dedicare tutto il tempo necessario alle attività del giorno, è quella di appuntarsi la lista delle cose da fare con carta e penna la sera precedente.

Riorganizzare la casella di posta elettronica

Per non perdervi nessuna comunicazione importante con possibili clienti e collaboratori, consigliamo di occuparvi come prima cosa della revisione delle e-mail in entrata. L’ideale sarebbe creare 3 cartelle dedicate rispettivamente alla posta personale, di lavoro e irrilevante.

Trascrivere la lista

Un buon metodo per fare spazio fisico e mentale è quello di trascrivere su post-it adesivi gli impegni annotati la sera precedente, in modo da eliminarli uno ad uno man mano che si conclude un’attività durante la giornata in corso.

Creare un bullet journal

Si tratta dell’alternativa analogica all’agenda digitale che la maggior parte degli impiegati sono soliti utilizzare da alcuni anni. Non è altro che un’agenda su cui si segnano gli impegni, le azioni da svolgere, gli eventi e eventuali note, tutti organizzati per ora, giorno e mese dell’anno.

La lista delle cose da non fare

Non solo si deve seguire alla lettera una lista delle cose da fare, ma anche una con quelle assolutamente da non fare, in modo da evitare di perdere tempo prezioso o energie indispensabili. Basterà appendere un foglio A3 di fronte alla propria scrivania per non perdere mai di vista queste linee guida.

Concedersi pause

Secondo la “Tecnica del Pomodoro” è necessario lavorare intensamente per 90 minuti seguiti da 30 di pausa, in modo da rispettare i cicli naturali di energia e riposo. Questo permette di mantenere i nostri livelli di concentrazione più alti e più a lungo, evitare le distrazioni e ridurre i livelli di stress.

Organizzare riunioni per essere aggiornati dai colleghi

Dopo un lungo periodo di vacanza, è sempre una buona idea fare un riassunto della situazione per venire aggiornati sugli eventi più importanti e l’evoluzione degli affari con i clienti, avvenuti durante la vostra assenza. Per questo, è necessario incontrarsi in prima persona con collaboratori e dipendenti con cui si lavora a contatto diretto.

Speriamo che grazie alla nostra lista, possiate godervi fino in fondo gli ultimi giorni di vacanza e non stressarvi inutilmente per il rientro al lavoro. Seguendo i nostri consigli riuscirete a destreggiarvi senza problemi nella fitta rete di impegni ed imprevisti che vi attenderanno al ritorno in ufficio.