Lavorare da casa in modo produttivo
Know-how e consigli

Lavorare da casa in modo produttivo

Negli ultimi anni si è diffusa una nuova concezione di lavoro, non più legata a vincoli di tempo e di luogo. Stiamo parlando del telelavoro, che essendo indipendente dalla localizzazione geografica del proprio ufficio, ha permesso ad un gran numero di dipendenti di lavorare da casa comunicando per via telematica con la propria azienda.

Il lavoro online ha numerosi aspetti positivi, tra i quali il risparmio di tempo e denaro per gli spostamenti quotidiani e gli orari di lavoro estremamente flessibili. È sicuramente un vantaggio poter godere di questa flessibilità, che aumenta la qualità della vita dei dipendenti o dei liberi professionisti, ma a volte proprio l’estrema libertà nella gestione del carico di lavoro può favorire un atteggiamento troppo rilassato, che si traduce in una diminuzione della produttività. Lavorare da casa può infatti aumentare le distrazioni, come accendere la televisione, giocare con lo smartphone o più semplicemente leggere un giornale, con conseguente ritardo nel completamento di un determinato compito.

10 consigli per migliorare le performance lavorative e risparmiare tempo prezioso

1 – Pianificare la giornata

Iniziare la giornata sapendo già cosa bisogna fare non è solo una buona abitudine, ma è anche un modo efficace per aumentare la produttività quando si lavora da casa. Potrebbe essere una buona idea quella di pianificare la vostra giornata impostando dei ritmi e affidandosi ad un calendario per rispettarli, in modo da tenere sotto controllo tutte le scadenze e rispettarle senza sentirsi sotto pressione.

Oltre alle agende cartacee, oggi sono disponibili diversi programmi online e app che consentono di programmare il proprio tempo, ma anche di fare delle “liste di cose da fare” facilmente consultabili dal proprio smartphone.

2 – Concedersi pause regolari

Non c’è nulla di più sbagliato che pensare che lavorare senza sosta sia produttivo ed efficace. Dopo un po’ infatti la concentrazione decade bruscamente e di conseguenza anche la qualità del nostro lavoro. Non esistono tempi uguali per tutti, infatti ognuno riesce a mantenere la concentrazione per un periodo differente, ma il consiglio in generale è quello di stare concentrati sui propri compiti per 40 minuti o un’ora al massimo e poi concedersi una pausa di 10 minuti, in modo da avere il tempo di rilassarsi, andare in bagno o bersi un tè o un buon caffè.

3 – Vestirsi come se si andasse al lavoro

Lo sappiamo: lavorare in pigiama o senza nemmeno alzarsi dal letto, grazie al proprio portatile, è il sogno di ogni impiegato. Ma dietro alla facciata di comodità e rilassatezza si nasconde una grandissima difficoltà di concentrazione. Per questo, fingere in tutto e per tutto di non trovarsi a casa, ma in ufficio, aumenta sensibilmente la produttività. Cercate di vestirvi con quegli abiti che indossereste se doveste recarvi al lavoro: è un primo ma fondamentale passo per separare la vita domestica da quella lavorativa.

4 – Preparare il pranzo in anticipo

Cucinare per preparare il pranzo può voler dire passare più tempo in cucina piuttosto che a lavorare. La soluzione potrebbe essere quella di preparare in anticipo il pranzo e, meglio ancora, di pianificare i pasti. Prima di andare a dormire preparatevi il pranzo per il giorno dopo, in modo da non distrarvi troppo in cucina e perdere tempo che potreste dedicare al lavoro.

5 – Separare la vita lavorativa da quella domestica

Lavorare da casa significa fare due attività solitamente distinte nello stesso luogo. È importante quindi mettere in atto degli accorgimenti per separare la vita domestica da quella lavorativa.

Come ad esempio agire e comportarsi come se si fosse in azienda: in questa maniera sarà più facile rimanere concentrati e mantenere un buon livello di produttività. Fingere di trovarsi in un ufficio vero e proprio potrà sembrare difficile, almeno in principio, ma dopo un po’ sembrerà naturale.

Provate a pensare a strategie personali per distinguere questo angolo di casa vostra dal resto della vostra vita domestica.

6 – Crearsi un vero e proprio studio a casa

Un altro consiglio è quello di adibire una stanza della casa ad ufficio. Oltre ad una scrivania professionale, è utile utilizzare dei complementi che aiutino a tenere l’ordine, come portadocumenti e raccoglitori. Dal momento che questo è il vostro spazio, potete scatenare la vostra creatività e scegliere stili e colori estrosi per cartellette e scaffali, rendendo divertente l’archiviazione dei vostri documenti.

Ma non dimenticate di arredare il vostro spazio lavorativo anche in modo funzionale con una sedia ergonomica, una nuova scrivania e tutto il materiale da cancelleria necessario per cominciare la settimana alla grande.

Assicurarvi anche che la batteria del vostro portatile sia di lunga durata, o di averne una di riserva, in modo da non rischiare di perdere tempo caricandola frequentemente o perdere documenti importanti nel momento in cui li state elaborando.

7 – Avere un telefono dedicato

Tra le mille distrazioni che potrebbero presentarsi a casa c’è anche quella di essere chiamati in continuazione da amici e parenti. La soluzione giusta è quella di utilizzare un telefono dedicato esclusivamente al lavoro. Può essere un telefono aziendale, con una scheda fornita dall’azienda, oppure una seconda scheda di proprietà, se si lavora da liberi professionisti. I cellulari dual sim, cioè con all’interno due schede, possono rappresentare la soluzione più efficace per gestire due numeri con un unico dispositivo.

Potreste anche spegnere il telefono personale mentre lavorate, in modo da mantenere separati i contatti di lavoro con quelli privati ed evitare distrazioni.

8 – Archiviare i documenti cartacei

Vi sarete spesso trovati di fronte a una montagna di scartoffie disseminate sulla vostra scrivania. In questi momenti, e soprattutto quando una scadenza importante si sta avvicinando, lo stress aumenta e i tempi disponibili per lavorare si riducono. Per questo è importante che ogni cosa sia sempre al posto giusto. Un metodo utile e pratico per raggiungere questo obiettivo è attraverso l’utilizzo di etichette o post-it, che distinguano i vari oggetti con un colore differente.

9 – Archiviare i file digitali

La tecnologia sta diventando davvero la miglior alleata in ufficio, quindi anche nel proprio spazio di lavoro domestico. Servitevi di essa per aumentare la produttività e gestire la vostra attività, per esempio salvando tutti i vostri documenti importanti sul computer o su un hard disk esterno. Una valida alternativa è rappresentata dall’archiviazione cloud, cioè attraverso un servizio internet che archiviare i file. Ne esistono di diversi, anche gratuiti se non avere bisogno di tanto spazio, come Google Drive, Microsoft OneNote e DropBox.

10 – Illuminazione e tonalità di colore

Per favorire la concentrazione assicuratevi che il vostro studio sia ben illuminato con lampade adatte e che il colore delle pareti trasmettano energia e voglia di fare. Ad esempio il giallo trasmette energia e stimola il lavoro mentale, il verde ed il bianco aiutano l’attenzione ed il lilla stimola la creatività. Colori da evitare, invece, sono il blu, l’azzurro e il viola scuro perché trasmettono un senso di calma e favoriscono il sonno.