Come creare un piano eco-consapevole per la vostra impresa
Know-how e consigli

Come creare un piano eco-consapevole per la vostra impresa

Rispettare l’ambiente ed essere eco-consapevoli non è più solo uno stile di vita individuale, ma anche una scelta che può rivelarsi di fondamentale importanza per la vostra azienda. Così facendo ne beneficerete infatti in due modi, guadagnandone in reputazione e avendo l’opportunità di risparmiare sulle spese. Cosa aspettate quindi a fare la raccolta differenziata, riciclare e ridurre l’uso di acqua e elettricità?

Se non sapete da che parte cominciare, forse possiamo darvi una mano con i nostri consigli:

  • Assicuratevi di non creare una quantità di rifiuti maggiore del necessario. Evitate di utilizzare bicchieri di plastica in cucina acquistando tazze per i vostri dipendenti o chiedendo loro di portarle da casa insieme a bottiglie d’acqua riutilizzabili. Se avete vecchio materiale da cancelleria, elettrodomestici di seconda mano od oggetti simili di cui non avete più bisogno, cercate di darli ai vostri impiegati o a un’associazione di volontariato.
  • Riciclate la plastica e la carta ed assicuratevi di avere a vostra disposizione il numero necessario di cestini. Se ne avete solo uno in cucina, per esempio, sarà molto difficile che venga utilizzato quando ci si trova vicino alla stampante.
  • Cercate di non utilizzare materiali troppo difficili da riciclare, come buste con finestra, e prediligete sempre prodotti a basso impatto ambientale. Al giorno d’oggi, infatti, esiste una vasta gamma di prodotti riciclati che vanno dalla carta igienica ai tovaglioli, dai post-it ai fogli per stampante, che non hanno nulla da invidiare a quelli tradizionali, sia dal punto di vista economico che qualitativo.
  • Spegnete qualsiasi elettrodomestico che non debba rimanere acceso di notte, specialmente nel fine settimana. Provate anche a abbassare il riscaldamento di un grado: un piccolo gesto che avrà un grande impatto sull’ambiente. Inoltre, invece di tenere accesa costantemente l’aria condizionata, provate ad aprire le finestre e a tenere abbassate le persiane.
  • Utilizzate lampadine a basso consumo energetico, che secondo le statistiche dell’Environmental Protection Agency permettono di risparmiare addirittura il 75% di energia e quindi di ridurre notevolmente le vostre spese.
  • Riducete lo spreco d’acqua installando gabinetti a doppio scarico e utilizzate la lavastoviglie per pulire i vostri piatti, ma evitate di accenderla quando è a mezzo carico. Aggiustare i rubinetti dei lavandini con perdite può ridurre l’uso d’acqua fino al 50%.
  • Promuovete mezzi di trasporto che non inquinano. Raggiungere il luogo di lavoro a piedi, in bicicletta o con i trasporti pubblici: è più salutare e rispettoso per l’ambiente piuttosto che l’uso dell’automobile.
  • Portatevi il pranzo da casa in contenitori riutilizzabili in plastica invece di acquistare cibi pronti in confezioni usa e getta o di ordinare cibo da asporto.

Diffondete questi consigli e incoraggiate ed educate i vostri dipendenti, perché sono proprio loro i primi che possono fare la differenza. Infatti, solo cercando di rendere tutti partecipi e facendo un’opera di sensibilizzazione – affidando incarichi che facciano capire la grande differenza che ognuno di noi può fare nel suo piccolo – sarà possibile creare un ambiente di lavoro e un mondo migliore.