Mangiare alla scrivania fa aumentare il rischio di ammalarsi sul posto di lavoro
Approfondimenti

Mangiare alla scrivania fa aumentare il rischio di ammalarsi sul posto di lavoro

Le pressioni sul posto di lavoro stanno aumentando il rischio di trasmissione di malattie tra gli impiegati.

La ricerca condotta da Staples, azienda specializzata in prodotti per l’ufficio, su 3000 impiegati, ha rivelato le abitudini dei lavoratori italiani, nel tentativo di aumentare la consapevolezza sul mantenersi in salute al lavoro.

Il 15% degli intervistati ha affermato di recarsi sul luogo di lavoro anche affetti da malattie infettive, giustificandosi col fatto di avere “troppo lavoro”. Altri hanno affermato di farlo perché non sono in grado di lavorare a distanza (23%).

I pericoli di non lavarsi le mani

Lavarsi le mani dovrebbe essere di massima importanza in ogni luogo di lavoro, ma si è scoperto che un lavoratore su tre non usa il sapone dopo essere andato al bagno e uno su cinquanta non si lava mai le mani.

Secondo le statistiche, gli uomini si lavano le mani o usano il sapone meno delle donne, nonostante i grandi rischi che questo comportamento implica.

Pericoli alla scrivania

Si dice spesso che le tastiere siano più sporche che i bagni, nel senso che se scrivete mangiando, potreste essere esposti a un numero incredibile di batteri. Germi come l’E.coli, lo Pseudomonas, e l’MRSA, possono essere tutti trovati sul posto di lavoro.

le donne mangiano di più in ufficio, con una percentuale che raggiunge il 45% contro il 33% degli uomini.

Monica Mauri, VP, Direttore delle risorse umane presso Staples Europa ha commentato sui risultati: “Ciò che è più evidente e preoccupante è che un alto numero di lavoratori senta la necessità di venire in ufficio anche in caso di malattia, cosa completamente sconsigliata. I datori di lavoro devono informare i dipendenti sull’importanza di stare a casa quando sono malati, specialmente quando sono contagiosi”.

“C’è anche un trend pronunciato di persone che mangiano alla scrivania. Le tastiere e le postazioni di lavoro sono terreno fertile per batteri pericolosi e per questo si raccomanda una pulizia degli ambienti di lavoro e del computer regolare e di mangiare altrove”.