Come rendere l’ufficio più ecologico
Approfondimenti

Come rendere l’ufficio più ecologico

Rendere l’ufficio ecosostenibile non riduce solo il livello di inquinamento prodotto dalla vostra impresa, ma aumenta anche la sua produttività. Riducendo gli sprechi, potrete ridurre le vostre spese e aiutare la vostra impresa a diventare più ecosostenibile.

Introdurre dei prodotti più ecologici e delle abitudini “verdi” nella vostra organizzazione non è una decisione difficile e nemmeno troppo costosa. Oltre all’aspetto ambientale, infatti, un ufficio sostenibile porta sempre anche ad un risparmio di denaro nel corso del tempo.

10 suggerimenti per implementare un piano ecologico di successo in azienda

1 – Verificare la situazione attuale

La prima cosa da fare per migliorare è rendersi conto della situazione di partenza. Verificate i comportamenti più comuni nel vostro ufficio che possono portare a sprechi, dallo stampare e-mail non necessarie al lasciare le luci o i computer accesi di notte.

È utile anche monitorare i costi attuali dell’attrezzatura e dei dispositivi elettronici che state usando e confrontarli con quelli che si avrebbero dopo l’introduzione di prodotti e metodi di lavoro più rispettosi dell’ambiente. Questo può aiutare a darvi un’indicazione sulla redditività degli investimenti che state per fare.

2 – Cambiare la carta e il modo di stampare

Che si tratti di fatture, presentazioni o appunti delle riunioni, molte imprese stampano risme di documenti quotidianamente. Sebbene oggi i supporti elettronici siano sempre più diffusi, i documenti in formato cartaceo svolgono ancora un ruolo di primo piano in ogni ufficio.

È fondamentale incoraggiare gli impiegati a stampare solo quando assolutamente necessario e ad utilizzare la stampa fronte-retro, così diminuiranno le quantità e di conseguenza i costi della carta ordinata. Potete comunicare le nuove disposizioni agli impiegati sia direttamente a voce, sia attraverso avvisi e circolari.

Si possono poi ridurre gli sprechi utilizzando della carta riciclata o prodotta in modo sostenibile. Non è detto infatti che i prodotti che derivano dal legno danneggiano l’ambiente: alcuni provengono da foreste mantenute responsabilmente e tagliate col tentativo di preservare l’ecosistema. La carta riciclata Staples, ad esempio, contiene il 75% di fibra riciclata e contribuisce così alla gestione responsabile della selvicoltura e a ridurre la quantità di rifiuti destinati alla discarica. Essendo certificata sia dall’FSC che dall’Ecolabel europea, potete stare certi che questa carta viene prodotta, impacchettata, trasportata e riciclata rispettando i più alti standard ambientali.

3 – Utilizzare prodotti ricondizionati e riciclati

Quando arriva il momento di acquistare i prodotti per l’ufficio, è opportuno scegliere sempre quelli di aziende che pongono attenzione al ciclo di produzione sostenibile. Si tratta di prodotti che utilizzano materie prime riciclate o trasformate.

Ad esempio, nel 2014 Staples ha raggiunto 450 milioni di toner e cartucce d’inchiostro riciclate, di cui una parte sono state trasformate in nuove cartucce, facendo risparmiare fino al 15% sul prezzo di una ricarica. Secondo uno studio effettuato dall’Istituto di Tecnologia Rochester, Staples è stata in grado di ridurre del 38% la quantità di energia utilizzata e il potenziale pericolo di surriscaldamento globale del 36%, se comparate con altre cartucce.

Le cartucce provenienti da riciclo che non soddisfano i requisiti per essere ricondizionate non vengono però gettate, ma sono utilizzate per creare altri prodotti, come biro e contenitori. Un altro esempio di prodotti usati e riciclati sono le Pilot B2P: queste biro innovative sono le prime ad essere prodotte utilizzando bottiglie di plastica riciclate per ridurre gli sprechi e sono disponibili in un’ampia gamma di colori d’inchiostro.

4 – Spegnere le apparecchiature

Semplicemente spegnendo le luci e le apparecchiature quando non sono in uso, la vostra impresa potrebbe risparmiare ogni anno più di un 20% dei costi energetici. Mettere avvisi in ufficio per incoraggiare dipendenti e colleghi a fare la loro parte per il risparmio energetico, può essere un modo efficace per coinvolgere tutti.

5 – Sostituire le lampadine con LED

Un altro modo per ridurre il consumo energetico è quello di sostituire le lampadine tradizionali con lampadine e luci a LED. Non solo la qualità della luce è superiore, ma i LED consumano fino a dieci volte di meno e durano molto più a lungo.

Sebbene al momento dell’acquisto costino di più, nel tempo permettono di risparmiare energia e di ottenere quindi un “taglio” sulla bolletta energetica. Inoltre, poiché hanno una maggiore durata, vi faranno risparmiare diminuendo la frequenza di acquisto.

6 – Utilizzare dispositivi a risparmio energetico e certificati

Tutti i prodotti che presentano il marchio Energy Star sono certificati per il risparmio energetico. Non solo monitor e computer, ma anche le stampanti e le fotocopiatrici riportano questa certificazione.

La gamma di stampanti Hp Office Jet Pro X, ad esempio, stampano ad una velocità doppia rispetto ad alcune stampanti laser e costano circa la metà, utilizzando l’84% di energia in meno e producendo quasi il 94% in meno di imballaggio di scarto. La scelta sembra ovvia e il risparmio che vedrete sulla bolletta del vostro ufficio sarà tangibile.

7 – Fare le pulizie utilizzando detergenti ecologici

Diventare ecosostenibili in ufficio non significa solo ridurre gli sprechi, ma anche tenere sempre a mente l’ambiente in qualunque cosa si faccia, comprese le pulizie. Per ridurre l’impatto ambientale della propria azienda è bene scegliere detergenti ecologici, che sono della stessa qualità di quelli tradizionali, ma usano ingredienti non tossici e che non danneggiano l’ambiente.

La nostra gamma Ecover è pensata per essere completamente biodegradabile, in modo da avere un impatto negativo sulle acque se scaricata o gettata nel lavandino. Ovviamente senza compromessi sulla qualità della pulizia.

8 – Introdurre un piano di riciclaggio

Incoraggiare il riciclaggio in ufficio è essenziale se volete rendere la vostra impresa più ecosostenibile. Prima che un membro del vostro staff getti un foglio in un cestino, assicuratevi che abbia valutato se può essere riutilizzato, per esempio per le bozze create durante un meeting.

È anche essenziale assicurarsi di avere a disposizione cestini per la carta, la plastica e il cartone, così come per i rifiuti generici, in modo che si possano mantenere separati i materiali riciclabili. Usate coperchi colorati per differenziare i cestini destinati ai diversi materiali, e sensibilizzate lo staff a riciclare il più possibile. Incoraggiare il riciclaggio delle cartucce d’inchiostro e toner è inoltre un passo in avanti verso l’ecosostenibilità.

9 – Impacchettare in modo intelligente

È importante anche ridurre gli sprechi anche nell’impacchettamento. Se nella vostra azienda si inviano buste e pacchetti regolarmente, assicuratevi di farlo intelligentemente: una scatola di grandi dimensioni per spedire un piccolo oggetto risulterà più costosa e sarà uno spreco. Assicuratevi di usare una scatola con le giuste dimensioni e l’imballaggio adeguato per ridurre gli sprechi e risparmiare sulla spedizione.

10 – Coinvolgere tutti

Cambiare la cultura della propria impresa può sembrare una sfida, ma rendere gli impiegati partecipi di tale cambiamento può sollevare loro il morale e farli sentire più coinvolti.

Mettere a disposizione del vostro staff una semplice cassetta dei suggerimenti per permettergli di contribuire con pensieri e riflessioni su come rendere l’azienda sostenibile apporterà moltissime nuove idee. Il brainstorming permetterà a tutti di scambiare idee su come migliorare l’impronta ecologica dell’azienda.

Potrebbe risultare utile organizzare un workshop sul riciclaggio, per insegnare a tutti i vostri dipendenti ciò che devono sapere a riguardo.

Creare un’impresa ecosostenibile è meno complicato di quanto sembri. Con pochi semplici cambiamenti e sapendo come apportarli, il vostro ufficio e la vostra azienda sarà sicuramente in grado di incrementare la propria compatibilità ecologica.