I grandi momenti nella storia della pausa caffè
Approfondimenti

I grandi momenti nella storia della pausa caffè

L’anno scorso abbiamo consumato 2 tonnellate e mezzo di caffè in Europa, il che equivale in media a una stupefacente quantità di 4 kg a testa. In effetti, l’European Coffee Federation stima che beviamo 725 milioni di tazze di caffè al giorno.

È così rassicurante scoprire che alcuni degli eventi più significativi nella storia mondiale devono la loro esistenza all’energia e all’ispirazione fornite da una tazza di caffè fumante. Di seguito prendiamo in considerazione cinque dei più grandi momenti nella storia della pausa caffè.

Illustrato da Ryan Pitz

Cristoforo Colombo

Una mattina, mentre Cristoforo Colombo mescolava della panna nel suo caffè, si accorse della curvatura nella sua tazza e iniziò a chiedersi se anche la Terra fosse rotonda. Dopo un’altra tazza decise di partire per verificare la sua teoria.

I fratelli Wright

Fu trasportando un vassoio pieno di caffè al laboratorio di suo fratello Orville, che Wilbur Wright elaborò per la prima volta il sistema di controllo a tre assi fondamentale per completare con successo il suo primo volo.

Marie Curie

Godendo della reazione chimica della caffeina durante una pausa caffè, Marie Curie fu ispirata a studiare quali altri elementi emanassero energia e scoprì la radioattività.

I cavernicoli

La scoperta del fuoco condusse quasi immediatamente alla prima pausa caffè, dato che I cavernicoli, stanchi dell’acqua gelata dei fiumi, decisero di bollirne un po’ per preparare del caffè (Sebbene non fossero certi di cosa fosse!).

Mona Lisa

Il sorriso ironico della Mona Lisa di Leonardo fu ispirato dal barista della caffetteria della porta accanto, che sbagliò completamente il suo nome nel servirle il cappuccino che aveva ordinato.