Come creare una start-up di successo nel 2016
Approfondimenti

Come creare una start-up di successo nel 2016

Come creare una start-up di successo nel 2016

Fondare un’azienda è l’ambizione di molti impiegati per l’anno nuovo. Siccome raggiungere quest’obiettivo non sempre risulta così semplice, abbiamo chiesto all’imprenditore Stephan Baart qualche consiglio su come diventare il proprio capo nel 2016.

1. Che consiglio darebbe a chi volesse fondare la propria impresa nel 2016?

“Fatelo!” Il solo fatto di volerlo fare significa che sia ha già un’idea, quindi è tempo di agire.

2. Considerando che il mattino è il momento migliore per molti imprenditori, qual è la prima cosa che fa quando si alza?

Controllo le e-mail e pianifico la giornata (cosa che tra l’altro ripeto prima di addormentarmi).

3. Essendo il capo di se stesso, come si auto-motiva?

Ogni volta che ricevo un feedback positivo dai miei clienti e quando scopro che mi hanno raccomandato ad altre persone.

4. Dato che non tutti nascono con il dono dell’organizzazione, quali sono i suoi consigli per non avere lavoro arretrato?

Spostandomi continuamente non potrei vivere senza il mio smartphone, che mi aiuta a organizzare la mia agenda e la mia lista di doveri. Inoltre, utilizzo programmi di gestione e archivio quotidianamente i documenti e le mail.

5. A cosa non potrebbe mai rinunciare in ufficio?

Di sicuro al mio telefono, che contiene tutti i dati ed i contatti di cui ho bisogno.

6. Qual è il suo segreto per costruire relazioni di successo con i clienti?

Ci sono essenzialmente tre regole d’oro:

– Mantenersi in contatto regolarmente

– Soddisfare i loro bisogni

– Rispondere alle loro domande con puntualità

7. Se le riunioni sono fondamentali per mantenere buoni rapporti con i clienti, come si assicura che queste ultime siano efficaci?

Oltre a costruire buone relazioni con i clienti, mi assicuro di avere a portata di mano i documenti relativi all’ultima riunione, in modo da pormi obiettivi realistici per il futuro.

8. Saper gestire un progetto è un’abilità. In che proporzione pianifica online e offline?

Pianifico tutto online, in modo da poter rispondere immediatamente a qualsiasi tipo di cambiamento.

9. Lei è sia l’amministratore delegato sia il segretario della sua azienda. Come gestisce il suo tempo tra l’azienda ed i clienti?

Lavoro di giorno con i clienti e di sera e nel fine settimana per l’azienda. Inoltre, coopero con specialisti nel campo dell’amministrazione.

10. L’ufficio può motivare o risultare un ostacolo. Com’è il suo spazio di lavoro ideale?

Ergonomico, spazioso e ben organizzato, con tutto il necessario per lavorare bene, come carta e cartucce.

11. Quali sono i suoi obiettivi per il 2016?

Mettendo i clienti in primo piano, vorrei:

– Renderli felici

– Farli risparmiare, migliorando la qualità del servizio

– Mantenere le promesse

Stephan Baart è stato intervistato da Staples come testimonial della campagna Organizzati per un 2016 ricco di successi e si pone l’obiettivo di fornirvi tutti i prodotti per l’ufficio necessari perché l’anno nuovo risulti un vero trionfo.