6 motivi per cui il gioco può far di te un collega migliore
Approfondimenti

6 motivi per cui il gioco può far di te un collega migliore

In The Gap: The Science of What Separates Us from Other Animals, il professore di psicologia Thomas Suddendorf esplora la domanda che i filosofi dibattono da millenni: che cosa rende unici gli esseri umani tra tutte le specie attualmente esistenti?

Naturalmente, esamina tratti come linguaggio, agricoltura, utensili e collaborazione, ma nota che “se si ampliano un po’ le vedute, si può concludere che i pappagalli sanno parlare, le formiche praticano l’agricoltura, i corvi fabbricano utensili e le api collaborano su ampia scala.”

Se è evidente che siamo molto più bravi a fare la maggior parte delle cose che sanno fare anche gli altri animali, secondo Suddendorf ci sono però due caratteristiche principali che ci distinguono veramente: “La nostra capacità illimitata di immaginare e riflettere su situazioni diverse e il nostro impulso profondo a combinare la nostra immaginazione con quella di altri.”

È qui che entra in campo il gioco. Mentre molti altri animali usano il gioco per rinsaldare i legami sociali (pensiamo a due cuccioli di labrador che lottano tra loro), noi umani lo usiamo per stimolare l’immaginazione in noi stessi e negli altri allo scopo di crescere, imparare e cambiare il mondo intorno a noi.

L’utilità del gioco

Il gioco è forse il nostro primo atto cosciente, ed è un componente fondamentale di ciò che ci rende umani. Dal momento in cui una neonata inizia a sorridere, sua madre le farà il gioco del cucù o dei buffi versi per farla ridere. Quel primo gridolino è l’inizio di tutta una vita di giochi. Dalla prima infanzia alla tarda adolescenza, la società si premurerà di offrirle giocattoli, attività e una quantità di tempo libero con la famiglia e con gli amici per giocare, costruire, creare e immaginare.

Una volta approdata al mondo del lavoro, tuttavia, il gioco potrà sembrare meno importante, poiché sarà più difficile conciliarlo con le responsabilità quotidiane. Tuttavia il gioco è importante per gli adulti quanto per i bambini, soprattutto quando si tratta di essere un buon collega. Questi sono i sei motivi principali:

1. Il gioco rende più positivi

" width=

Secondo lo studioso delle attività ludiche Dr. Stuart Brown, “gli adulti che non giocano abbastanza sono spesso rigidi, privi di senso dell’umorismo, inflessibili e restii a sperimentare nuove opzioni.” Possiamo quindi dedurne che gli adulti che amano giocare sono più predisposti ad adattarsi e riescono ad affrontare le situazioni con buonumore e a mente aperta.

2. Il gioco migliora la memoria

" width=

Nella rivista Annals of the Brazilian Academy of Sciences, la pioniera della neuroscienza Marian Diamond spiega che il gioco influenza sia le dimensioni del cervello che le reazioni chimiche al suo interno. Nel suo studio, i soggetti adulti esposti ad ambienti più stimolanti e favorevoli al gioco avevano potuto sviluppare nuove cellule nervose nel giro dentato, l’area del cervello che si occupa di elaborare le memorie.

3. Il gioco aumenta la motivazione

" width=

Nell’European Journal of Humour Research, il professore di psicologia René Proyer indica che gli adulti che giocano di più ricavano più soddisfazione dalla vita, il che li rende maggiormente motivati a completare le attività. Inoltre, nel suo libro Beyond Boredom and Anxiety: The Experience of Play in Work and Games (Oltre la noia e l’ansia: l’esperienza del gioco sul lavoro e nello svago) lo psicologo Mihaly Csikszentmihalyi spiega che lo stesso tipo di concentrazione registrato durante il gioco può verificarsi anche quando si lavora: in questi casi le persone dimenticano l’orario e gli incentivi aziendali ed è il processo di lavoro in sé a ricompensare gli sforzi.

4. Il gioco aumenta la soddisfazione sul lavoro

" width=

Nella rivista International Journal of Technology Management, l’esperta di politiche sanitarie Ping Yu ha svolto con il suo team uno studio di quasi 1.500 professionisti a Taiwan, che ha rivelato come la predisposizione al gioco sia correlata positivamente sia alla soddisfazione che alle prestazioni sul lavoro.

5. Il gioco rende più innovativi

" width=

6. Il gioco riduce lo stress

" width=

Nella rivista accademica Leisure Sciences, i ricercatori Cale Magnuson e Lynn Barnett spiegano che gli adulti che giocano regolarmente si sentono meno stressati in generale e superano più facilmente le difficoltà. Secondo la loro ricerca, “gli individui che giocano regolarmente, anche se non sono necessariamente sottoposti a una quantità minore di fattori di stress, potrebbero impiegare una prospettiva diversa durante il processo di valutazione iniziale. Di conseguenza le persone più portate al gioco possono ritenere gestibile, e quindi molto meno stressante, un evento che i loro colleghi meno abituati a giocare considererebbero più problematico.”

Tieni presente che non tutti gli adulti giocano allo stesso modo. Nella rivista accademica Personality and Individual Differences, Proyer descrive i quattro tipi base di adulti a cui piace giocare: le persone visibilmente giocose; quelle allegre e spensierate; i tipi che preferiscono giocare con pensieri e idee; quelli che lavorano più d’immaginazione e sono divertiti dai piccoli dettagli della vita quotidiana.

Integrare il gioco nella quotidianità

Il gioco è importante per il nostro benessere quanto l’alimentazione corretta, l’esercizio e il sonno. Nel suo TED Talk sull’importanza del gioco, Brown afferma: “Il contrario del gioco non è il lavoro: è la depressione.” Una vita priva di giochi può creare cattivo umore, rigidità e vittimismo. Questo significa che il gioco, come il sonno, non può aspettare fino alle prossime vacanze: deve far parte della vita di ogni giorno!

La buona notizia è che il gioco può essere ovunque, e questo comprende l’ufficio. Le caratteristiche distintive del gioco sono generalmente il divertimento, la spontaneità e l’interattività. Questi criteri possono essere soddisfatti facilmente da una partita rapida sul cellulare tra una riunione e l’altra, una gara di fitness con i colleghi, quattro calci al pallone con gli amici all’ora di pranzo o anche una sfida con sé stessi, come finire un’attività di routine a tempo di record. Per trovare altre idee su come integrare il gioco nell’ambiente di lavoro, leggi i nostri articoli sui giochi per bambini che possono migliorare la vita lavorativa e sulle attività che incoraggiano l’innovazione.

Dopo il lavoro, dedica un po’ di tempo a qualcosa di divertente, come suonare uno strumento, leggere un libro, fare un cruciverba o occuparti di un progetto personale. Fatti guidare dalla tua personalità per trovare il tipo di gioco migliore per ricaricarti: se sei più predisposto verso i rompicapi, uno sport estremo potrebbe essere più una fatica che un divertimento.